Le conclusioni di Eretici digitali

Proviamo a riassumere in una sola frase il contenuto di questo libro:
Read More »

Posted in Capitoli, il libro | Tagged , | 1 Comment

Eretici digitali 2011, ecco i premiati

Ecco i vincitori del Premio Eretici Digitali voluto e ideato da Massimo Russo e Vittorio Zambardino e sponsorizzato da GOOGLE con 10.000 euro.

Premio da 5.000 euro alle candidate del progetto WAVE

Il progetto Wave è un’originale piattaforma digitale per giovani donne indiane “semi-urbane” (come si autodefiniscono sul sito), che dà voce al loro punto di vista sui problemi della comunità dove vivono e alle loro proposte per risolverli, attraverso 31 videoblog raccolti in un unico portale Web, gradevole,
universalmente accessibile e ben organizzato. E’ il frutto di un investimento incominciato nel 2009 attraverso la Digital Media and Learning Competition (DML) sponsorizzata daMacArthur Foundation e da Hastac negli Stati Uniti e dalla ong Point of View in India. Da ogni stato indiano attraverso università e organizzazioni non-governative è stata scelta una ragazza per un programma di formazione innovativo di nove mesi con il sostegno di attrezzature video e di uno stipendio mensile per poter partecipare al progetto. Il risultato è un modello di citizen journalism e una felice dimostrazione che quando vengono offerte pari opportunità, le donne sono in grado di eccellere nel mondo dei bit: un’eresia per la quale si aggiudicano il primo premio ex aequo Babina Salam Devi, Bomjen Nyapi, Dewani Usha, Farooq Nisa Lebul, Mainkar Sanghmitra, Basu Moushumi, Sehgal Neha, Vandana K, rappresentanti del progetto Wave nel suo insieme.

Premi da 2.500 euro ciascuno ai progetti Goudou GoudouL’Isola dei Cassintegrati

Goudou Goudou è un progetto ampio e appassionato, che ha utilizzato con competenza le tecnologie di internet per raccontare il punto di vista locale nella ricostruzione di Haiti dopo il terremoto. Goudou Goudou permette  di conoscere i problemi dell’isola attraverso testi, voci e immagini che privilegiano la percezione e le sensibilità e dei residenti, superando le deformazioni e la disattenzione della grande informazione mondiale. Fanno parte del progetto un documentario nel quale cinque giornalisti di altrettante radio haitiane raccontano la vita e i problemi dei loro connazionali, un blog che ha raccolto storie, immagini e video, e un programma di formazione – ancora in corso – che intende incoraggiare i reporter haitiani a servirsi della rete per far arrivare al mondo le testimonianze dalla propria terra. Di Goudou Goudou ci è piaciuta, oltre alla forza narrativa dei materiali prodotti, la maturità nell’uso dei registri espressivi digitali e la strategia di crescita basata sull’attivazione di dinamiche informative iperlocali. Goudou Goudou non lascia dietro sé soltanto delle storie, ma semina competenze che potranno maturare in futuro a vantaggio della popolazione haitiana. È informazione che serve e migliora la società: di questi tempi una vera eresia.

L’isola dei cassintegrati, con il suo sito e i suoi diversi materiali, non è un esempio canonico di giornalismo d’inchiesta, ma ne hao da un lato molte caratteristiche e, dall’altro, sviluppa una molteplicità di offerte informative, declinando in pieno le opprtunità offerte dalla rete e dal giornalismo partecipativo. Del giornalismo d’inchiesta c’è sicuramente la spinta iniziale: mettere alla luce una realtà poco nota (o del tutto sconosciuta) ai media nazionali, quella degli operai in cassa integrazione della Vinyls di Porto Torres che dal 24 febbraio 2010 si sono asseragliati nell’ex carcere di massima sicurezza dell’Asinara, per chiedere una soluzione alla loro vicenda professionale e aziendale. Una spinta che ha raggiunto l’obiettivo, dal momento che il sito è stata la chiave che ha aperto agli operai la strada dei media locali, nazionali e internazionali.

Ma il sito è riuscito anche a raggiungere altri obiettivi:

- raccogliere attorno all’iniziativa la collaborazione di giornalisti, professionali e non, che prestano volontariamente il loro lavoro per alimentarlo;
- utilizzare piattaforme diverse (blog, video, testi tradizionali, rassegne stampa, archivi, diari quotidiani) per documentare la vicenda;
- allargare la prospettiva dagli operai dell’Asinara a tante altre realtà dove altri lavoratori rischiano di perdere l’occupazione.

Si tratta dunque di un mix ben riuscito d’informazione, partecipazione e innovazione, che risponde appieno alle potenzialità della rete.

Il comunicato sul sito del festival

 

Posted in Premio giornalistico Eretici Digitali | Tagged | 3 Comments

I finalisti del premio Eretici digitali 2011

La giuria della seconda edizione del Premio Eretici Digitali ha deliberato i seguenti finalisti (in ordine alfabetico in riferimento al progetto):

• Gabriele Camelo, “Gli ultimi sono i primi: un pranzo di Natale”

• Benoit Cassegrain, “Goudou Goudou, le voci ignorate della ricostruzione”

• Michele Azzu e Marco Nurra, “L’Isola dei Cassintegrati”

• Gennaro Sannino, Giovanni Sorrentino e Alessio Viscardi, “I veleni di Napoli Est”

• Associazione Naga “Wanted but not welcome”

• Babina Salam Devi, Bomjen Nyapi, Dewani Usha, Farooq Nisa Lebul, Mainkar Sanghmitra, Basu Moushumi, Sehgal Neha, Vandana K, videoblogger del Progetto WAVE, prese nel loro insieme.

La cerimonia di premiazione si terrà in occasione del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, il 15 aprile alle ore 16.00 presso l’Hotel Brufani.

Sarà presente la giuria, composta da: presidente – Mario Tedeschini Lalli direzione sviluppo e innovazione Gruppo Editoriale L’Espresso, Angelo Agostini Università IULM Milano, Sebastiano Caccialanza responsabile area Corriere della Sera RCS Digital, Luca De Biase direttore Nòva24 del Sole 24 Ore, Sergio Maistrello autore Giornalismo e nuovi media (Apogeo 2010), Anna Masera responsabile lastampa.it, Marco Pratellesi direttore editoriale del settore digitale Condé Nast.

Il comitato promotore è composto da Arianna Ciccone e Chris Potter direttori Festival Internazionale del Giornalismo, Massimo Russo e Vittorio Zambardino co-autori Eretici Digitali (Apogeo 2009).

Posted in Premio giornalistico Eretici Digitali | Tagged | 1 Comment

Premio Eretici digitali 2011
Al via la seconda edizione

È pubblico da oggi il bando per il premio Eretici Digitali 2011

La seconda edizione si avvale del sostegno di Google, che mette a disposizione dei premiati una dotazione di 10.000 euro. A questi si aggiungeranno, come nell’originaria concezione del Concorso, i proventi derivanti dalla vendita del libro che dà nome al premio. La dotazione definitiva sarà distribuita su più premi.

Il premio, ideato dagli autori di Eretici digitali (edizione Apogeo, 2009), è reso possibile dagli organizzatori del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia.

Saranno presi in esame progetti di inchiesta giornalistica che promuovano un uso innovativo di Internet (crowdsourcing, giornalismo collaborativo, mash-up, data-journalism, web 2.0) e degli strumenti del digitale per realizzare un reportage di cronaca attraverso video, audio, testo, fotografie, animazione o attraverso una combinazione degli strumenti sopra elencati.

Saranno selezionati progetti che si distinguano per originalità, documentazione e approfondimento.

La giuria è composta da: presidente – Mario Tedeschini Lalli direzione sviluppo e innovazione Gruppo Editoriale L’Espresso, Angelo Agostini Università IULM Milano, Sebastiano Caccialanza responsabile area Corriere della Sera RCS Digital, Luca De Biase direttore Nòva24 del Sole 24 Ore, Sergio Maistrello autore Giornalismo e nuovi media (Apogeo 2010), Anna Masera responsabile lastampa.it, Marco Pratellesi direttore editoriale del settore digitale Condé Nast.

Il comitato promotore, che avrà pura funzione di garantire il rispetto delle finalità del Premio, sarà formato da Arianna Ciccone e Chris Potter direttori Festival Internazionale del Giornalismo, Massimo Russo e Vittorio Zambardino co-autori Eretici Digitali (Apogeo 2009).

La partecipazione è aperta a tutti, con l’unico limite dei 35 anni di età.

Per aderire è necessario inviare la candidatura via e-mail all’indirizzo eretici@festivaldelgiornalismo.com entro il 28 febbraio 2011.

I finalisti saranno nominati ufficialmente il 31 marzo 2011 ed i premi verranno consegnati ai vincitori nell’ambito del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia 2011.

Scarica il bando in PDF

Posted in Premio giornalistico Eretici Digitali | 1 Comment

Eretici a Perugia: premiazione e tavola rotonda

Posted in Premio giornalistico Eretici Digitali, Presentazioni | Tagged , | Leave a comment

Eretici digitali, ecco i premiati

(via International Jounalism festival site)

Il primo premio Eretici digitali è stato lanciato in occasione del Festival internazionale del giornalismo di Perugia per premiare progetti di inchiesta giornalistica che promuovano un uso innovativo di Internet (crowdsourcing, giornalismo collaborativo, mash-up, web 2.0) e degli strumenti del digitale per realizzare un reportage di cronaca attraverso video, audio, testo, fotografie, animazione.

Primo premio ex-aequo al servizio After Jugo – Sarajevo the life of a generation di Marco Pavan e a ELEVEN Catania, inchiesta collettiva a 11 voci, dell’Università di Catania (Giovanni Battaglia, Claudia Campese, Salvatore Catalano, Alberto Conti, Desirée Miranda, Daniele Palumbo, Agata Pasqualino, Leandro Perrotta, Marco Pirrello, Roberto Sammito, Carmen M.T. Valisano).

Menzione d’onore per i progetti in.fondo.al.mar di David Boardman e Paolo Gerbaudo; The Berlin Project di Sheena Rossiter, Alex Wood, Dominique Heerden, Marco Woldt e Marcus Gilroy-Ware; Threatened Voices di Solana Larsen e Sami ben Gharbia e Omofobia capitale di Pasquale Filippone e Federico Formica. Kodak premierà i vincitori della Menzione d’onore con quattro videocamere Kodak Zi8.

Il premio Eretici digitali è stato organizzato in collaborazione con gli autori del libro Eretici digitali (edizioni Apogeo), Vittorio Zambardino e Massimo Russo, che hanno deciso di devolvere i loro diritti d’autore alla dotazione del presente premio giornalistico.

I vincitori saranno premiati in occasione dell’incontro Eretici digitali: la rete è in pericolo, il giornalismo pure. Come salvarsi. Partecipano, oltre agli autori di Eretici digitali, Koro Castellano direttore elMundo.es e  Marco Pancini direttore relazioni istituzionali Google Italia. Giovedì 22 aprile ore 10.30 Hotel Brufani a Perugia.

Posted in Premio giornalistico Eretici Digitali | Tagged , , | 2 Comments

Riflessioni pavesi

Denis Artioli,  a pagina 48 della  Provincia Pavese di ieri firma questo articolo:

Eretici digitali, riflessioni critiche per il futuro di giornalismo e web

PAVIA. I media tradizionali stanno vivendo una fase critica, ma anche la rete rischia di perdere la sua identità di paradiso della comunicazione libera. Come uscirne?

Read More »

Posted in Dicono di Eretici digitali, Presentazioni | Leave a comment

Informazione
tra bene pubblico e commodity

Paolo Costa, nel suo blog, cita Eretici digitali in una presentazione che fa parte dei materiali didattici del corso sui modelli di giornalismo che tiene all’università di Pavia. La presentazione s’intitola Informazione tra bene pubblico e commodity. La riproduciamo qui sotto.

Posted in Dicono di Eretici digitali | Leave a comment

Nono capitolo. Il reboot del giornalismo

Abbiamo visto fin dal primo capitolo come alla rete e al giornalismo siano necessarie tre eresie. Read More »

Posted in Capitoli, il libro | Tagged , , , | 3 Comments

Eretici a Meet the media guru: i video

Elena Franco ha pubblicato sul suo blog i video della serata milanese di Meet the media Guru Focus del 15 febbraio scorso. Eccoli qui sotto. Un grazie speciale a Elena (che gli eretici non conoscono di persona ma che a questo punto - se lo gradisce – sarà nominata eretica honoris causa). Read More »

Posted in Eretici, il libro, Presentazioni | Tagged , , , , , | Leave a comment